Tu sei qui: Home > Partecipare > Date di riproduzione della fauna

Date di riproduzione della fauna

Per ciò che riguarda la fauna, il programma Phénoclim prende in analisi le date di riproduzione di due specie animali: la rana alpina e la cincia mora.

Grenouille rousse en route vers sa mare de reproduction - © CREA Mont-Blanc

La rana alpina

Particolarmente minacciati dalla distruzione del loro habitat e dagli effetti delle attività umane, gli anfibi devono far fronte alla sfida peggiore per la conservazione della specie al fine di prevenire la loro estinzione. Il CREA ha già avviato un processo di monitoraggio degli stagni che ospitano le rane alpine e di registrazione delle date di ovodeposizione e delle fasi di crescita dei girini.

I volontari Phénoclim sono invitati a partecipare alle ricerche osservando la deposizione delle uova delle rane alpine negli stagni e nelle piccole acque nei pressi della propria casa. Ogni settimana a partire dal mese di marzo (o più tardi secondo l’altitudine), gli osservatori volontari devono visitare gli stagni e fornire informazioni sul numero di ovodeposizioni osservate.

Consulta il protocollo completo

La cincia mora

Il CREA studia l’annidamento delle cince nelle centinaia di nidi messi a disposizione per gli uccelli a varie altitudini (1300m – 1900m) nella foresta di Vallorcine (74). I ricercatori seguono, per ogni nidiata, la date di ovodeposizione, il peso e lo sviluppo dei piccoli della cincia.

Nell’ambito di Phénoclim, il CREA propone ai volontari, individui o comunità che dispongono di un’ampia zona boschiva, d’installare una dozzina di nidi per studiare le date di ovodeposizione delle cince more a varie altitudini. A cadenza settimanale tra marzo e giugno, i volontari devono verificare il numero di uova nei nidi per determinare la data di deposizione del primo uovo senza disturbare gli uccelli e rispettando un certo numero di precauzioni.

Per questo specifico protocollo, è obbligatorio contattare il CREA prima della realizzazione del progetto. Contatta il CREA

Consulta il protocollo completo

Azioni sul documento

Specie protette

Numerosi anfibi godono dello status di specie protetta che ne vieta in particolare la cattura. Le osservazioni effettuate nell’ambito di Phénoclim non necessitano di alcuna pesca di uova o di girini.