Fauna

Il monitoraggio del ritorno degli uccelli migratori e della riproduzione della fauna permette di approfondire la ricerca sulle conseguenze dei cambiamenti climatici in montagna. Un'interfaccia di input e dei moduli di visualizzazione (come quelli sviluppati per la flora) dovrebbero essere funzionali presto, per facilitare l'implementazione di questi protocolli dai volontari.  Scopri, i moduli di visualizzazione delle osservazioni sviluppati dal CREA Mont-Blanc.

 

Grenouille rousse en route vers sa mare de reproduction © ADelestrade

Rana alpina in direzione di un stagno per la sua riproduzione © ADelestrade

 

 

la rana alpina

La rana alpina è una specie di cui la riproduzione dipende in gran parte dallo scioglimento e dalla temperatura, quindi è molto sensibile ai cambiamenti climatici. Ogni anno dal 2009, Sette stagni con rane alpine sono monitorati a due altezze: 1.300 m (Vallorcine) e 1.900 m (Loriaz). Ogni settimana tra marzo e agosto, il monitoraggio degli stagni permette di annotare la data di deposizione delle uova, la data di massima deposizione e le date di ciascuna fase della metamorfosi del girino.

Nel menu a discesa, seleziona la fase fenologica che desideri confrontare e osserva sul grafico le variazioni tra gli anni dal 2009.

 

 

 

 

Trova ulteriori informazioni e moduli interattivi per esplorare i dati scientifici sul sito web dell'Atlas du Mont-Blanc (pagina web Reproduction de la grenouille rousse).

 

 

La cincia mora

Contenu d'un nichoir pendant les suivis 2016 à Loriaz, 7 poussins de mésange noire et un oeuf © CREA Mont-Blanc

Contenuto di un nido al sito “Loriaz”. Si può osservare 7 pulcini e un uovo © CREA Mont-Blanc

 

Ogni anno dal 2010, 105 nidi per la cincia mora sono monitorati in foresta per studiare l’influenza dei cambiamenti climatici sulla loro riproduzione. I nidi sono ripartiti in linee, chiamati transetti, a due altitudini: 1300m (Vallorcine) e 1900m (Loriaz). Ogni settimana tra aprile e giugno, bisogna monitorare la data di deposizione delle uova, il numero di uova e la data di schiusa.

 

Nel menu a discesa, seleziona la fase fenologica che desideri confrontare e osserva sul grafico le variazioni tra gli anni dal 2011.

 

 

 

 

Trova ulteriori informazioni e moduli interattivi per esplorare i dati scientifici sul sito web dell'Atlas du Mont-Blanc (pagina web Suivi de la reproduction des mésanges).

 

 

 

Ritorno degli uccelli migratori

 

Rougequeue noir © JJBoujot (cc)

Codirosso spazzacamino © JJBoujot cc

 

Tra il 2006 e il 2015, una parte del programma Phénoclim è stato dedicato al monitoraggio del ritorno degli uccelli migratori nelle Alpi in primavera. Le osservazioni erano principalmente a scopo didattico. Oggi questa parte nel programma Phénoclim è sospesa a causa della mancanza di risorse disponibili. Tuttavia, il programma continua in parte attraverso un accordo di partnership con la “Ligue pour la Protection des Oiseaux” (LPO) i cui dati vengono utilizzati e analizzati dai ricercatori del CREA Mont-Blanc.

Scarica il protocollo Phénoclim : ritorno degli uccelli migratori.